logo logo

Area riservata

bandiera italiana bandiera inglese

Le erbe

GAUDE

gaude
GAUDE (Reseda Luteola)

La RESEDA o Amorino (Reseda Luteola) e' una delle più antiche piante tintorie ed è coltivata in tutta Europa, prevalentemente su terreni calcarei. Tutte le sue parti, radici, rami, foglie, semi, contengono un principio colorante giallo che è il più bello, puro e solido che si possa ottenere. Conosciuta dall'antichità (ne parlano Vitruvio e Heraclio), è stata ampiamente utilizzata per la tintura dei tessuti e, ugualmente, come base di partenza per una lacca impiegata in pittura. Fino alla comparsa dei coloranti sintetici è stata considerata il colorante giallo più resistente.

La reseda è una pianta erbacea biennale con radice a fittone; nel primo anno forma una rosetta di foglie sdraiate sul terreno, nel secondo anno fiorisce. Può superare il metro di altezza con il suo fusto fistoloso, semplice o poco ramificato. Le foglie basali, riunite in rosetta, sono sessili, glabre e di forma lanceolata; sono lunghe fino a 8 cm e larghe 1 cm, hanno il margine più o meno ondulato e al momento della fioritura sono già secche.

Le foglie inserite lungo il fusto sono di dimensioni più ridotte ne solo raramente ondulate. I fiori hanno un calice di cinque sepali oblunghi e una corolla composta da 4-5 petali differenziati tra loro: quello superiore, più grande degli altri, è diviso in 5-6 lobi lineari, i due petali laterali sono divisi in tre lobi, gli inferiori, in numero di uno o due, sono semplici e molto piccoli. Il frutto è formato da tre-quattro capsule ovoidali che contengono numerosi piccoli semi reniformi di colore bruno-nerastro e con la superficie lucente.

La pianta è diffusa in tutta Italia e in Europa nei luoghi incolti, sui muri, nei prati degradati, nelle scarpate e sui greti ghiaiosi dei fiumi, nelle cave e nelle zone ruderali; preferisce le zone calcaree e i luoghi soleggiati.

Le sommità fiorite si raccolgono in maggio-luglio all’inizio della fioritura recidendo la pianta a 10-20 cm da terra; si mondano dalle foglie rovinate. Vengono essiccate all’ombra, riunendo i fusti in mazzetti e appendendoli in luogo aerato, oppure si dispongono in strati sottili. Si conservano in sacchetti di carta o tela.

Tradizionalmente all’Amorino si attribuiscono proprietà diuretiche e diaforetiche (che cioè facilitano la sudorazione).
gaude vai al primo articolo torna indietro vai alla prossimo articolo vai all'ultimo articolo